photo
photo
photo
photo
photo
Monreale e la sua storia
Monreale ha una particolarità storica di grande importanza: quella di essere una città, ormai di ben 38.898 abitanti, sorta attorno all'immensa e meravigliosa Cattedrale. Il Duomo Normanno fu costruito da Guglielmo II a partire dal 1174 in territorio assolutamente deserto. Tutta la successiva evoluzione della città attraverso i secoli risentì di questa scelta, che fu dettata evidentemente da motivazioni politiche oltre che da una rivalità personale tra il re normanno Guglielmo II e l'arcivescovo inglese Gualtiero Offamilio.
 
La zona su cui costruire la cattedrale fu scelta con cura e finì per rispondere alle molte esigenze di Guglielmo, prime fra tutte il prestigio e la sicurezza. Il territorio preferito fu una zona collinare a Sud-Est di Palermo - che dista 8 chilometri - difesa alle spalle dalla mole del Monte Caputo (766 m.) e dominante la valle dell'Oreto e l'immenso e fertile agrumeto della Conca d'Oro, dove i re normanni avevano già costruito le loro ricche dimore e le torri difensive.
 
Attorno a questo nucleo nacque a successive ondate la città di Monreale. Gia alla fine del XII secolo un primo piccolo agglomerato si articola tra i due quartieri di Pozzillo e della Ciambra. Tra il '200 e '300 sorsero i quartieri della Carrubella, di San Vito e Tavola Rotonda. Tra il '500 e il '600 nasce il nuovo quartiere del Carmine. Il '600 è l'anno cruciale per la definitiva urbanizzazione di Monreale con la costryuzione di alte mura e porte che cingono tutto il perimetro della città. Con il '700, infine, si conclude il periodo d'oro di Monreale.
 
Dati Generali
Popolazione 38.898 abitanti c.a.
Territorio 54.000 H
Attività principale Turismo
Distanza da Palermo 8 km. sud
Distanza da Aeroporto Falcone-Borsellino 24 km. ovest

Monreale and its history
Monreale has a historical significance of great importance: that of being a city, now with 38,898 inhabitants, built around the immense and marvelous Cathedral. The Norman Cathedral was built by William II from 1174 in an absolutely deserted area. All the subsequent evolution of the city through the centuries suffered from this choice, which was evidently dictated by political motivations as well as by a personal rivalry between the Norman king William II and the English archbishop Gualtiero Offamilio.
 
The area on which to build the cathedral was chosen with care and ended up responding to the many needs of Guglielmo, first of all prestige and security. The preferred area was a hilly area south-east of Palermo - which is 8 kilometers away - defended behind by the bulk of Monte Caputo (766 m.) And dominating the Oreto valley and the immense and fertile citrus grove of the Conca d ' Gold, where the Norman kings had already built their rich homes and defensive towers.
 
Around this nucleus the city of Monreale was born in successive waves. Already at the end of the 12th century, a first small agglomeration was divided between the two districts of Pozzillo and della Ciambra. Between the 1200s and the 300s, the Carrubella, San Vito and Tavola Rotonda districts were built. The new Carmine district was born between the sixteenth and seventeenth centuries. The '600 is the crucial year for the definitive urbanization of Monreale with the construction of high walls and gates that surround the entire perimeter of the city. Finally, with the 18th century, the golden age of Monreale ended.
  
General data
Population 38. 898 inhabitants
Territory 54,000 H
Main activity Tourism
Distance from Palermo 8 km. south
Distance from Falcone-Borsellino Airport 24 km. west
 



Valid XHTML 1.0 Transitional  CSS Valido!